Con l’entrata in vigore della normativa GDPR, ogni webmaster ha dovuto mettere mano ai siti, e fra i tanti aspett legati ai cookie, c’è anche quello che di Google Analytics, che fortunatamente, una volta anonimizzato, viene considerato un cookie tecnico anziché di profilazione. Google Analytics è uno degli strumenti di monitoraggio maggiormente usati per analizzare statistiche, migliorare i siti e le relative campagne pubblicitarie, quindi si tratta di un fedele alleato al quale a volte è difficile dover rinunciare. Per evitare ciò, c’è un piccolo metodo che viene messo a disposizione proprio da Google stessa, ossia quello di anonimizzare l’IP di Google Analytics.

Come anonimizzare l’IP di Google Analytics

Farlo è semplice, poiché basta una piccola modifica al codice di monitoraggio di Google per mascherare l’IP del visitatore. Partiamo dal presupposto che hai già inserito il codice di monitoraggio nel file header.php del tuo sito WordPress prima del tag di chiusura </head> e che pertanto avrai un codice simile a quello che vedi di seguito, dove, al posto dell’ID censurato, ci sarà il tuo ID personale.

Ora, per anonimizzare il tuo indirizzo IP di Analytics, non devi fare altro che inserire il codice ga(‘set’, ‘anonymizeIp’, true);  tra la riga 34 e la riga 35, come mostrato nell’esempio di seguito e poi salvare. Ed è importante che sia inserito esattamente in quel punto specifico.

È tutto! L’operazione è semplice e fattibile anche da chiunque.