Fare un redirect in WordPress nel file .htaccess
siti web, e-commerce, seo, web agency, responsive, san benedetto del tronto, ascoli piceno, fermo, teramo, marche, abruzzo
4892
post-template-default,single,single-post,postid-4892,single-format-standard,bridge-core-2.7.8,qode-page-transition-enabled,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,qode_popup_menu_push_text_top,qode-content-sidebar-responsive,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-26.3,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-6.6.0,vc_responsive

Fare un redirect in WordPress nel file .htaccess

Fare un redirect in WordPress nel file htaccess

Fare un redirect in WordPress nel file .htaccess

Si tratta sicuramente di una soluzione più da “smanettoni” (ma neanche troppo alla fine), però al posto di usare un plugin è anche possibile fare un redirect in un sito WordPress direttamente nel file .htaccess. La praticità è quella di mantenere più leggero l’intero sito e di non dover provvedere ai frequenti aggiornamenti nel caso di un plugin installato per eseguire espressamente tale funzione.

 

È ovvio che per farlo servirà avere accesso al server poiché il file .htaccess si trova nella root principale dove alloggia il sito, ma è bene ricordare anche che andare a modificare tale file implica un minimo di conoscenza tecnica, poiché in caso di errori ne verrà pregiudicato l’accesso all’intero sito, motivo per cui, prima di cominciare le danze, è bene farsi una copia del file .htaccess originale in modo da poterlo ripristinare senza difficoltà in caso di problemi.

 

Nell’esempio che faremo eseguiremo un redirect 301, che è una tipologia di redirect HTML permanente, ciò significa che verrà preso in considerazione anche dai motori di ricerca dal punto di vista dell’indicizzazione perché si tratta di un’azione irreversibile, motivo per cui, se poi decideste di volerlo eliminare, sappiate che Google potrebbe impiegare ache alcune settimane di tempo prima di riconoscerne la sua rimozione.

 

Fatta questa premessa, per fare un redirect in WordPress nel file .htaccess basterà aggiungere il codice che trovate di seguito alla fine del vostro file .htaccess. Ovviamente le parti chiamate “/vecchia-pagina” e “https://www.miosito.it/nuova-pagina” sono rispettivamente la pagina che non dovrà più essere visualizzata e la nuova pagina di atterraggio degli utenti. E a rigor di logica, se per lo stesso sito desiderate eseguire altri redirect ad altrettante pagine, basta replicare la stessa stringa (cambiando i nomi delle pagine) aggiungendola una dopo l’altra.

 

Redirect 301 /vecchia-pagina https://www.miosito.it/nuova-pagina
Non ci sono commenti

Pubblica un commento