Questo articolo segue quello scritto qualche tempo fa sull’installazione di WordPress in locale ed è il passaggio finale che consente di trasferire online il sito. I passaggi da compiere sono pochi e non eccessivamente tecnici, ma includono alcune impostazioni dei file di WordPress, sull’hosting che fornisce lo spazio web e del client FTP. Detto ciò, iniziamo:

  1. Acquistate il vostro dominio ed il nuovo spazio web dove alloggerà il sito
  2. Entrate nel pannello di controllo di controllo dell’hosting ed attivate il vostro database memorizzando tutti i dati (DB Name, DB User e DB Password)
  3. Fate una copia di backup del vostro sito in locale (che modificheremo)
  4. Fate una copia di backup del database del vostro sito in locale (che modificheremo)
  5. Aprite il database con un editor di testo (potete usare Notepad++ che è gratuito) ed aggiornate tutti gli URL del database mediante la funzione “trova e sostituisci” (Ctrl+F) con il percorso del dominio remoto che avete acquistato (avrete ad esempio: http://localhost:8888/nomesitolocale che dovrà essere sostituito con http://www.miosito.it)
  6. Modificate il file wp-config.php di WordPress inserendo tra gli apici i dati del database in remoto in vostro possesso (quelli che avete memorizzato):
    6.1
    define(‘DB_NAME’, ‘nome_del_database‘);
    6.2 define(‘DB_USER’, ‘nome_user_database‘);
    6.3 define(‘DB_PASSWORD’, ‘password‘);
    6.4 define(‘DB_HOST’, ‘host del database‘);
  1. Inserite le chiavi di autenticazione di WordPress, le trovate subito sotto i dati appena inseriti, le copiate e le sostituite tramite copia-incolla a quelle presenti nel file
  2. Create un account FTP dal pannello di controllo del vostro hostin, vi servirà per trasferire il sito da locale a remoto
  3. Se come client FTP adoperate FileZilla, aprite Gestore Siti e create una nuova voce inserendo i dati FTP in vostro possesso:
    10.1
    Server (Host)
    10.2 Porta (solitamente è la 21)
    10.3 Tipo di accesso > normale
    10.4 Username
    10.5 Password
  4. Collegatevi al vostro database in remoto tramite PhpMyAdmin ed importate il vostro database in locale
  5. Connettetevi al sito via FTP e caricate tutti i file e le cartelle delll’intero sito web
  6. A questo punto il sito è online, vedrete senza problemi l’home page, ma andando nelle altre pagine potrete riceverete un errore, per ovviare a questo, l’ultima operazione da fare è accedere al sito WordPress e salvare nuovamente i permalink.

E’ tutto, il vostro sito è operativo.