L’unica cosa che possiamo fare con il web è corrergli dietro, ed anche se sappiamo già che si tratterà di una rincorsa senza una fine, oggi rientrare negli standard del web è l’unico modo che abbiamo per far si che il nostro sito sia presente nei motori di ricerca come Google e soprattutto, cosa ancor più importante, non venga penalizzato.

Già, perchè come ho scritto tempo fa sulla decisione di Google di posizionare al primo indice quello mobile, oggi se desideri che il sito della tua attività non venga escluso o declassato dalle ricerche, sei obbligato ad avere un sito web ottimizzato per il mobile perchè l’odierno traffico di navigazione proviene maggiormente da dispositivi mobili come smartphone e tablet. Per verificare se il tuo sito è ottimizzato per i dispositivi mobili, la stessa Google ci è venuta incontro con un potente tool gratuito e molto utile, si tratta del sito Test My Site Google.

Una volta inserito l’indirizzo del tuo sito nel campo ed avviata la ricerca, Google genererà 3 risultati in base ai punteggi ottenuti che serviranno per migliorare l’ottimizzazione del tuo sito. Il primo è quello dell’ottimizzazione per i dispositivi mobili, il secondo è quello della velocità sui dispositivi mobili ed il terzo è quello della velocità su desktop.