Immagina di essere un visitatore, cosa fai quando arrivi su una pagina che non esiste, ossia la classica pagina 404 che ti avvisa che la pagina non esiste? Semplice, la chiudi, e se lo fai tu lo faranno anche i tuoi visitatori. Teoricamente non c’è nulla di male in quest’azione, ma ai fini della credibilità del tuo sito e, non meno importante, ai fini dell’indicizzaizone SEO, questa cosa è veramente meglio che non accada.

Scoprire se nel vostro sito esistono delle pagine di errore è abbastanza semplice, se siete dei novizi dovreste però sapere che una volta messo online il vostro sito deve anche essere indicizzato, sostanzialmente è un modo per far capire a Google che esistente anche voi e qui potete trovare i passagi fondamentali di come indicizzare velocemente il sito su Google.
Fatto preliminariamente questo passaggio, adesso avete la possibilità di trovare gli errori 404 del vostro sito entrando su Google Search Console e successivamente alle voci Scansione > Errori di scansione.

Per risolvere questo problema e trattenere i visitatori sul vostro sito esistono due strade, la prima è quella di creare una pagina 404 personalizzata che includa la possibilità di continuare a navigare il sito grazie ad alcune funzioni, ma questo richiede ovviamente determinate competenze tecniche, la seconda strada invece è quella di impedire che ciò avvenga impostando i reindirizzamenti, e per farlo il metodo più semplice ed indolore è quello di utilizzare il plugin Redirection per impostare i reindirizzamenti 301 alle pagine corrette.